Renetta del Canada

renettacan.jpg

Varietà di notevole diffusione internazionale, la Renetta del Canadà è di origini sconosciute e viene citata per la prima volta nel 1771 dal francese Andrieux. La Renetta di produzione italiana è disponibile sul mercato da ottobre ad aprile.
La polpa, fondente e poco succosa, è gradevolmente acidula ed aromatica: in cucina, è indicata, oltre che per il consumo fresco, per preparare la classica torta di mele.

Caratteristiche minime di qualità

Aspetto: Frutto di grandi dimensioni, sano e privo di residui. Maturazione e colorazione sono omogenee, con lenticelle evidenti.
Colorazione: Buccia: colore giallo-leggermente verdognolo, con lievi sfumature rossastre all’insolazione. Polpa: colore bianco-crema
Forma: Tronco-cronica breve o sferoidale appiattita
Qualità organolettiche: Polpa piuttosto tenera, fondente e poco succosa; mediamente zuccherina, piacevolmente acidula e profumata.
Grado rifrattometrico: Consumo: 14-16
Conservazione: A temperatura di 8-10 °C si possono conservare oltre 120 ore dal momento dell’arrivo in magazzino. Caratterizzate da una buona conservabilità, le mele Renetta si mantengono per lungo periodo ad una temperatura variabile tra 3 e 4 °C.
Manipolazione: Frutti abbastanza sensibili alle manipolazioni. Si sconsiglia di sovrapporre le mele in esposizione sul punto vendita.
Azioni da evitare: Da evitare le eccessive manipolazioni, che provocano danni da ammaccature.

Quantità media prodotta per anno: 40.000 kg

Periodo di commercializzazione: da fine Ottobre a metà Gennaio dell'anno successivo